I SOCI

SOAPART S.r.l.
ASSICURAZIONI GENERALI S.P.A.
UNIPOLSAI FINANCE S.p.A.
ASSISTAL Associazione Nazionale Costruttori d'Impresa
U.P.I. Unione Province Italia


CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

L'attuale Consiglio di Amministrazione rimarrà in carica fino all'approvazione del bilancio d'esercizio chiuso al 31 dicembre 2017.

I componenti sono:

Guido Wagmeister, Presidente

Dott. Sergio Verucci, Consigliere

Avv. Gianluca Tognozzi, Consigliere

Dott. Carlo Iovine, Consigliere


Collegio Sindacale

Il Collegio Sindacale rimarrà in carica fino all'approvazione del bilancio d'esercizio chiuso al 31 dicembre 2017.

I componenti del Collegio Sindacale sono di seguito riportati:

Dott.ssa Ilaria Capurso, Presidente

Dott. Alessandro Gambi, Sindaco effettivo

Dott.ssa Claudia Mazza, Sindaco effettivo

Dr.ssa Martina Adriani, Sindaco Supplente

Dott.ssa Valentina Pala, Sindaco supplente


Organismo di Vigilanza

In ottemperanza a quanto previsto dal D. Lgs. 231/2001, Soa Group S.p.A. ha nominato quale Organismo di Vigilanza l’Avv. Paolo Maria Gemelli


Società di revisione

Soa Group S.p.A. ha conferito incarico per la revisione legale triennale di bilancio ex articolo 2409 del codice civile alla società di revisione BDO ITALIA

ORGANIGRAMMA (PDF)

PROFILO

Soa Group Società Organismo di Attestazione S.p.A., nasce nel 2000 con il nome di Protos Soa Società Organismo di Attestazione S.p.A. per la volontà di importanti gruppi bancari ed assicurativi e di società di consulenza di prestigio internazionale di dar vita ad un organismo di attestazione che fondi la propria attività sull’etica, sul rispetto delle regole e delle persone e sull’innovazione dei processi.

Negli anni si è dotato di un organico di oltre 40 dipendenti più un consolidato network di professionisti esterni, per ciascuna area di competenza e settore specifico.

L'esperienza del management e dei collaboratori unita ad una costante attività di studio consentono a Soa Group S.p.A. di offrire servizi caratterizzati da standard di eccellenza apprezzati dalle più importanti imprese di costruzioni italiane.

I nostri valori

PERSONE: crediamo nella formazione e nella crescita professionale dei nostri dipendenti che mettono ogni giorno in campo le proprie abilità e le competenze specifiche.

INTEGRITA’: promuoviamo il rispetto delle regole e le applichiamo con trasparenza. Agiamo con una forte onestà intellettuale e garantiamo l’indipendenza del nostro operato e l’assenza di qualsiasi interesse nell’attività che svolgiamo.

QUALITA' e PERFORMANCE: seguiamo procedure chiare e di valore, con strumenti predittivi efficaci, analisi dei dati precise e risultati di alta qualità. Assicuriamo la massima riservatezza sulle informazioni e sui dati delle imprese clienti.

SOSTENIBILITA’: ci impegniamo a guidare la nostra società in modo responsabile, mantenendo bassi i costi e alta la qualità, e promuovendo un approccio più sostenibile.

I numeri

Nell’ultimo decennio Soa Group S.p.A. ha attuato un processo di sviluppo sul territorio che, iniziando con la fusione tra Protos Soa e SIOA e poi con SOA ADRIATICA, si è di recente consolidato con l’acquisizione della ARTIGIANSOA Spa del Gruppo BNL Paribas, portando l’attuale Organismo di Attestazione a qualificare oltre 2000 imprese distribuite su tutto il territorio nazionale, tra cui le aziende leader italiane.

CERTIFICAZIONI

Soa Group S.p.A. è stato il primo organismo di attestazione a dotarsi della Certificazione del Sistema di gestione Qualità aziendale UNI EN ISO 9001:2008 certificato dal DNV Certificato di Accreditamento DNV nº 08640-2001-AQ-ROM-SINCERT in conformità alla norma UNI EN ISO 9001:2008 (ISO 9001:2008) per erogazione di servizi tra i quali: Attestazione della qualificazione delle imprese per partecipare a gare di appalto di ll.pp. ai sensi del D.P.R. 207/2010

LA NOSTRA ASSOCIAZIONE

Soa Group, nel 2015, ha fondato nuova associazione delle Società Organismo di Attestazione, con il nome di Generalsoa, portavoce degli interessi di quegli organismi che perseguono il miglioramento del sistema di qualificazione che si inserisce in un mercato degli appalti efficiente e trasparente a garanzia della collettività e del bene pubblico.

MODELLO ORGANIZZATIVO 231

Il Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231 ha introdotto nell’ordinamento italiano un complesso regime sanzionatorio che configura forme di responsabilità amministrativa degli enti/istituzioni per reati commessi nel loro interesse o a loro vantaggio da soggetti in posizione apicale ovvero da soggetti sottoposti all’altrui direzione. Soa Group - sensibile all’esigenza di assicurare condizioni di correttezza e di trasparenza nella conduzione degli affari e delle attività aziendali, a tutela della propria posizione e immagine nonché delle aspettative dei propri azionisti e del lavoro dei propri dipendenti – ha ritenuto conforme alle proprie politiche aziendali procedere alla definizione ed all’attuazione di un proprio Modello organizzativo, di gestione e controllo (in breve Modello 231). Con delibera del 31 marzo 2009, il Consiglio di Amministrazione di Soa Group ha adottato il proprio Modello 231, comprensivo del Codice Etico, ed istituito l’Organismo di Vigilanza, previsti dal D.Lgs. 231/2001. Con l’adozione del Modello 231, Soa Group si è posta l’obiettivo di: • rendere consapevoli tutte le persone facenti parte dell’organizzazione aziendale che eventuali comportamenti illeciti possono comportare sanzioni penali ed amministrative sia per il singolo che per l’azienda; • garantire la correttezza dei comportamenti dell’azienda e delle persone che la rappresentano, nel completo rispetto della normativa esterna ed interna; • rafforzare meccanismi di controllo, monitoraggio e sanzionatori atti a contrastare la commissione di reati; • enfatizzare le scelte in materia di conformità, di etica, di trasparenza, di correttezza da sempre perseguite e costantemente implementate da Soa Group. L’Organismo di Vigilanza, in composizione monocratica, svolge importanti compiti ai fini dell’esenzione della responsabilità amministrativa; in particolare: • vigila sull’effettività del Modello 231, verificando la coerenza tra i comportamenti concreti ed il Modello 231 deliberato; • valuta l’adeguatezza del Modello 231, ossia la sua reale capacità di prevenire i comportamenti non voluti; • definisce e comunica alle strutture aziendali i flussi informativi che debbono essergli inviati; • promuove idonee iniziative per la diffusione della conoscenza e della comprensione dei principi del Modello 231. Con delibera del 26 marzo 2014, il Consiglio di Amministrazione ha aggiornato il Modello 231 alle luce delle nuove disposizioni normative introdotte dal Legislatore (es. Whistleblowing)