Obbligo attestazione Soa per le imprese sui lavori Superbonus e Bonus edilizi di importo superiore a 516mila euro

Condividi su linkedin
LinkedIn

In base al nuovo articolo 10-bis, introdotto dalla legge di conversione del Dl 21/2022,  in vigore dal 21 maggio 2022, ai fini del riconoscimento del superbonus del 110 per cento, ma anche di altri bonus edilizi (ecobonus, bonus ristrutturazioni, sismabonus, bonus facciate, installazione di un impianto fotovoltaico o di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici), l’esecuzione dei lavori di importo superiore a 516mila euro, relativi a tali interventi, dovrà essere affidata a imprese che dimostrino di essere in possesso dell’attestazione di qualificazione Soa, rilasciata da una società organismo di attestazione (Soa).

Pur in assenza di specifici chiarimenti da parte dell’agenzia delle Entrate, si ritiene che l’importo dei 516mila euro sia al netto dell’Iva.

Pertanto le imprese che sottoscrivono un contratto per un appalto di lavori di importo superiore a 516mila euro devono già iniziare a fare verifiche sul possesso dei requisiti di qualificazione Soa, nel caso in cui i lavori non si chiudano entro il prossimo 31 dicembre.

In sintesi :

  • I committenti (Condomini, General Contractor) devono essere a conoscenza delle varie scadenze, in quanto la qualificazione SOA diventa elemento essenziale per poter accedere a tutti i bonus fiscali ;
  • Se però i lavori dovessero andare oltre il termine del 31 dicembre 2022, bisognerà allora rispettare i nuovi obblighi a partire dal 1 gennaio 2023 ;
  • A partire dal 01 Gennaio 2023 le imprese dovranno dimostrare di avere anche solo sottoscritto un contratto con la SOA ;
  • A partire dal 1 luglio 2023 le imprese dovranno dimostrare il possesso dell’attestazione SOA, pena la perdita delle detrazioni maturate dal luglio in poi .

Fino al 31 dicembre 2022, quindi, non ci sono obblighi di nessun tipo: ma se, però, i lavori dovessero andare oltre questo termine, bisognerà rispettare i nuovi obblighi a partire dal 1° gennaio 2023.

Bisogna, però, considerare che, per ottenere l’attestazione, è necessario un tempo non brevissimo, almeno 90 giorni e fino ad un tempo massimo di 180 giorni, entro il quale la SOA deve necessariamente concludere la procedura di qualificazione. 

Quindi è opportuno procedere quanto prima all’ apertura di un contratto con la SOA, per evitare di trovarsi scoperti tra le diverse scadenze.

Scopri di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

OBBLIGO DELLA SOA PER I LAVORI PRIVATI CON BONUS

In base all’ art. 10 bis della Legge n. 51 del 20 maggio 2022, solo le imprese edili qualificate con l’attestazione Soa potranno eseguire lavori – di importo superiore a 516 mila euro – che beneficiano di BONUS. L’obbligo scatterà dal 1 gennaio 2023 ma fino al 30 giugno 2023 sarà sufficiente la domanda di attestazione.